Jeremy Bentham 1748 – 1832

La redazione di PensarBene

Con questo, ed altri due video – podcast che seguiranno, come richiesto da molti nostri soci e lettori, la nostra Associazione Culturale intende fornire un ulteriore strumento per avvicinare, chi fosse interessato, all’approfondimento di un filosofo: Michael Sandel, classe 1953. Ma perché la nostra Associazione ha scelto questo autore? Il motivo è semplice. Dovendo affrontare il tema della relazione tra “comunità e libertà”, oltre agli argomenti antropologici (Dumont) e sociologici (Durkheim, Tönnies), abbiamo trovato, nell’opera di Sandel, il tentativo di una sintesi profonda chiaramente collegata al precedente testo, quello di C. Lasch “La ribellione delle élite: il tradimento della democrazia” a suo tempo utilizzato per gli incontri di PensarBene sul tema: “le sfide della democrazia”, 2021 – ‘22. Abbiamo dunque scelto, di Sandel, il suo principale saggio “Giustizia: il nostro bene comune” come testo da porre al centro dei nostri prossimi eventi: luglio ’24 – febbraio ’25.

Ma entriamo nel merito del testo “Giustizia: il nostro bene comune”. Il saggio illustra criticamente le tre fondamentali correnti, filosofico morali e filosofico politiche, del pensiero occidentale a partire dal ‘600 e, cioè: il contrattualismo, giusnaturalismo di stampo liberale, l’utilitarismo improntato principalmente all’economia politica, il comunitarismo frutto di quello che, Salvatore Veca, chiama “lo slittamento della questione morale dal tema distributivo a quello identitario di fine XX sec.”. In questo primo episodio l’argomento trattato sarà quello dell’utilitarismo così come ce lo presenta il suo maggiore esponente: Jeremy Bentham (1748-1832)

Loading spinner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.