di Bruno Perazzolo e Emanuela Gervasini

“Alla morte del nonno la maggior parte degli amici vantava dei crediti nei suoi confronti”. Ecco la prima legge di una comunità “tutti sono indebitati con tutti” fino alla morte. Il contrario delle ordinarie “amicizie postmoderne” dove la prima preoccupazione di ciascun “partner” è quella di restituire, al centesimo e immediatamente, quanto ha ricevuto.

Belfast, Regia di Kenneth Branagh con Caitriona Balfe, Judi Dench, Jamie Dornan, Ciarán Hinds, Colin Morgan. Genere Drammatico, Gran Bretagna 2021, durata 98 minuti. Un film autobiografico che, a volte, sembra concedere troppo al sentimento, ma che, alla fine, resta un bel racconto romanzato della crisi di una comunità travolta dalla storia: dalla disoccupazione, da una conflittualità tra cattolici e protestanti (1969) che non trova nello Stato il necessario contrasto. Nella comunità tutti si conoscono e tutti si prendono cura di tutti. Non sei un numero, non sei anonimo e, soprattutto, non sei al mercato. Ti senti parte di un tutto che, anche alla fine dei tuoi giorni, ti accoglierà e ti ricorderà. La pellicola illustra bene cosa significa appartenere, il fondamento e le dinamiche di quelle che siamo soliti chiamare “radici”. La retorica è dunque sempre dietro l’angolo, ma non si mostra mai. La contrastano, per esempio, i “dialoghi filosofici” tra il piccolo Buddy e il nonno. Dialoghi a tal punto profondi da risultare esilaranti. E poi fa da contrappunto,  soprattutto, l’andirivieni del marito, padre di Buddy, migrante e carpentiere a cavallo di due universi: quello di Belfast e quello di Londra. Desideroso di andare via, ma anche di portare con sè la sua famiglia operaia che alla fine lo seguirà, sospinta dalla violenza etnica, per rifarsi una vita altrove. Le comunità infatti sono veri “organismi viventi”, nascono e muoiono per rifarsi altrove in quanto sono parte della nostra “umanità integrale”, del nostro “essere persona”.

Il film, per ora, dovrebbe essere solo nelle sale cinematografiche, ma a breve lo si dovrebbe poter vedere in streaming su Netflix o Amazon e anche su altre piattaforme.

Loading spinner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.