di Rosanna Salghini

La Meraviglia … Dopo il decesso di mio marito, per alcuni mesi preferii non incontrare nessuno, le solite frasi di partecipazione al mio dolore, mi avrebbero fatto perdere la calma e la buona educazione, avrei risposto con sarcasmo e rabbia….e tanto altro di cattivo, il mondo fuori era per me insensibile, indifferente…tutto continuava…Un giorno mi telefonò una persona con la quale avevo avuto rapporti casuali per il solo fatto che i nostri figli erano coetanei e amici, durante la telefonata mi chiese se andavo a trovarla, mi venne spontaneo accettare l’invito, poi me ne dimenticai. Fu mia figlia a sollecitare l’incontro, perché le avevo parlato di quella strana telefonata … Un po’ perplessa mi trovai di fronte questa persona, molto gentile, dopo qualche convenevole mi porse un foglio, era un certificato di poche parole, le lessi e cominciai a tremare poi a piangere finalmente con le lacrime … Il significato di quel gesto in un attimo sciolse la mia rabbia, il risentimento, e il dolore divenne più dolce, fui letteralmente invasa dall’amore di chi aveva fatto quel dono.   

Quel gesto fu la meraviglia che fece rinascere una vita…la mia.                                                         

Loading spinner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.